Condannate a morire di fame: Scricciola nel corpo e nello spirito

Condannate a morire di fame: Scricciola nel corpo e nello spirito

ADOZIONE DEL CUORE, URGENTE: SCRICCIOLA, 6 ANNI, STERILIZZATA, INCROCIO PIT PICCOLA, PESA 11 KG. LEI E LA MAMMA  SONO STATE CONDANNATE DAL PROPRIETARIO A MORIRE DI FAME E POI LEGATE SU UNA SUPERSTRADA. ARRIVATE AL PRONTO SOCCORSO ERANO UNO SCHELETRO. LA MAMMA, PIT PURA, ANZIANA, NON CE L’HA  FATTA, E’ MORTA SOTTO FLEBO.

SCRICCIOLA E’ ANCORA MOLTO MAGRA E MARTEDI’ DELLA PROSSIMA SETTIMANA  DEVE ESSERE  TRASFERITA IN UN CANILE TERRIBILE, DOVE I CANI FANNO BRANCO, DOVE LEI NON AVRA’ LA FORZA DI SOPRAVVIVERE. POTRA’ VIVERE DI STENTI MANGIANDO GLI AVANZI DEGLI ALTRI, O  PIU’ FACILMENTE MORIRE. ORA SOFFRE, E’ SOLA, SENZA VEDERE NESSUNO  SEMPRE CHIUSA IN GABBIA, NON HA PIU’ LA SUA MAMMA. E’ DEBOLE NEL CORPO E NELLO SPIRITO. NON LASCIAMOLA MORIRE DI FAME UNA SECONDA VOLTA,  STAVOLTA DA SOLA E NON VISTA.

ADOTTIAMO SCRICCIOLA

La mamma di Scricciola era una pit pura, bellissima, usata dal proprietario per fare dei cuccioli di pit che poi venivano venduti.

E quando è stata anziana, quando non poteva più fare cuccioli, il proprietario ha deciso che non valeva più la pena di darle da mangiare e  ha condannato lei e Scricciola, sua figlia, un incrocio pitt , a morire di fame.  Non gli dava più il cibo, e quando le piccole  si sono  ridotte uno scheletro, una vicina impietosita ogni tanto buttava  del cibo dentro il loro recinto.

Una volontaria avvisata è intervenuta, minacciando il  proprietario, e per tutta risposta le piccole, lei e la mamma, 3 settimane dopo sono state trovate legate su una superstrada, in condizioni così  pietose che sono state ricoverate al pronto soccorso.

Scricciola, un incrocio pit, pesava 7 kg. La mamma, uno scheletro, è morta, non ce l’ha fatta, è morta sotto flebo. E’ stata ritrovata sdraiata per terra, non aveva più la forza di muoversi, era in fin di vita. E’ morta di fame. Scricciola  si è salvata solo per la sua giovane età.

Ora, dopo 1 mese che sta mangiando, pesa 11 Kg, è ancora magrissima. E’ stata sterilizzata e le è stato asportato un grosso tumore mammario non curato. Quando è arrivata con la  mamma, uno scheletrino di 7 Kg,  era in uno stato catatonico, c’erano solo le ossa. Eppure  Scricciola ci scodinzolava. Ma ora, dopo 1 mese di canile,  da sola, si è spenta. Si è ritrovata sola, sempre chiusa in una gabbia da cui non esce mai, senza vedere mai nessuno, la volontaria in un mese è potuta andare da lei solo 2 volte, e senza più la sua mamma, con cui ha vissuto per 6 anni.  Questa piccola non ha più la forza, la speranza. I suoi occhi sono tristissimi.

Cercherà di nutrirsi di avanzi, verrà  aggredita dai più forti, morirà di stenti. Già una volta stava morendo di fame e per fame si era ridotta uno scheletro, salvata all’ultimo.

Non permettiamo che soffra ancora così, che non abbia di nuovo cibo finchè morirà,  in quel canile non ci sarà nessuno a salvarla. Scricciola è debole, per tutto quello che ha patito, la fame, la quasi morte, poi il canile, la solitudine, la perdita della mamma, è ormai  una  povera scricciola nel corpo e nello spirito. Ma Scricciola in una casa, con passeggiate e buone pappe, può diventare bellissima. E’ un incrocio pit  molto bella, dolcissima di carattere,  dal mantello chiaro e gli occhi verdi. E  la nostra casa, il nostro amore, le faranno dimenticare l’unico amore della sua vita, la mamma, che ora ha perso. Non lasciamo che martedì  la trasferiscano, che la uccidano una  seconda volta. Perché stavolta morirà sola, senza neanche il conforto della  sua mamma, con cui affrontava le sofferenze scodinzolando. Scricciola è meravigliosa, portiamola via con noi,  saprebbe andare subito al guinzaglio. Il nostro amore  la riporterebbe alla vita.

Ridiamo la gioia ai suoi occhi tristi, ridiamo una speranza al suo cuore.

ACCETTIAMO ANCHE UNO STALLO.

PORTEREMO SCRICCIOLA  DAPPERTUTTO CON UNA STAFFETTA.

Tina 3454931295 

adozioni.chancefordogs@gmail.com

Roberta.pe9@gmail.com

Adotta un cucciolo o un nonnino abbandonato, non farlo morire solo, vivono anni reclusi come prigioneri E NON HANNO NESSUNA COLPA.

Leave a Comment