GRISU’ MEGLIO UNA VITA DISPERATA IN GABBIA OPPURE ADDORMENTARTI PER SEMPRE ?

GRISU’ MEGLIO UNA VITA DISPERATA IN GABBIA OPPURE ADDORMENTARTI PER SEMPRE ?

E’ d’obbligo iniziare con una premessa:questa richiesta di aiuto è unicamente rivolta a persone che oltre ad un grande cuore abbiano una determinata esperienza con cani molto difficili e la disponibilità di un contesto idoneo. E’ un appello alquanto lungo ma in questo caso è necessario. Vi parlo di lei. Grisù è stata trovata nelle campagne della provincia barese, al suo ingresso in canile aveva solo un paio di mesi.Sin da subito ha mostrato la sua reticenza ad interagire con l’uomo. Reticenza che abbiamo constatato in passato anche in altri cuccioli, ma che poi grazie a brave volontarie del nord che hanno dato loro una chance, hanno recuperato appieno riuscendo ad instaurare con l’uomo un rapporto equilibrato e sereno. Con grande felicità abbiamo accolto l’offerta di aiuto per lei . Abbiamo organizzato tutto.Grisù è partita per il nord con la grande speranza che anche per lei si aprissero le porte di una vita migliore, tanto più che ad ospitarla sarebbe stata una bravissima volontaria che già ci ha aiutato con cani problematici.Ma giorno per giorno purtroppo le speranze si sono affievolite e sostituite al contrario da grande sconforto. Nessun progresso, niente, neanche un minimo accenno ad un leggero miglioramento. Sono stati consultati diversi educatori. Responso comune:Grisù è un cane irrecuperabile. Non accetta l’uomo e tutto ciò che sa di uomo, cerca vie di fuga e quando è sola si abbandona alla disperazione.Una pugnalata….Sono avvilita…Mi tocca decidere e le mie alternative in questo momento sono due. Lasciarla impazzire nel box, perchè è quello che inevitabilmente accadrà o decidere, con la morte nel cuore, di accompagnarla sul ponte. Fosse il contrario e fosse lei a dover decidere per me le chiederei di scegliere la seconda, perchè la prima non è vita, è solo straziante agonia. Raramente ho implorato aiuto, voglio sempre che i miei appelli abbiano la dignità che quegli angeli meritano, ma questa volta non ho scelta.Chiedo aiuto a tutti coloro che, con una scelta consapevole e non dettata magari dal trasporto di un momento, possano offrirle un posticino tranquillo,sicuro e a prova di fuga, magari con altri cani, e lasciarla vivere da ‘selvatica’ quale lei è.Chissà la tranquillità potrebbe un giorno favorire un blando avvicinamento all’uomo. Ma ora sono ad un bivio, per favore aiutatela e aiutatemi. Ha circa un anno ed e’ una futura taglia media . E’ stata sverminata e vaccinata quando era ancora da noi qui al sud , ora e’ al nord .Non è ancora sterilizzata ma nel caso provvederemmo prima di un eventuale spostamento. Potete chiedere a me qualunque informazione.
Grazie

040

Patrizia 351 2388752 oppure patrizia.delconsole@libero.it

Datemi qualunque suggerimento riteniate opportuno

Commenti

commenti

Adotta un cucciolo o un nonnino abbandonato, non farlo morire solo, vivono anni reclusi come prigioneri E NON HANNO NESSUNA COLPA.

Leave a Comment